lunedì 3 febbraio 2014

Ore di sonno senza sonno

Ho letto che la tipica espressione benaugurale ' in bocca al lupo ' deriva dal fatto che le mamme lupo mettono in bocca i loro piccoli per portarli da un posto all'altro, per proteggerli, per evitare qualsiasi preoccupazione.
Quindi rispondere 'crepi ' è a dir poco fuori luogo.
Se è vero.
Ma ci sono versioni contrastanti.
A me piace questa, però.
E' la mia versione.
Tutto questo per  dire che domani inizio a lavorare.
Cioè, lavoro vero, in posto vero, con orari veri non da tossica come sono stata abituata fino ad ora (da tossica piacevolmente consenziente, sia chiaro).
Ma i tempi son cambiati e io di più.
Quindi ecco le radici di cui parlavo, poi se saranno in questo terreno o dove non so.
Ma è un inizio.
Sconvolgimenti per me.
Non esattamente nella modalità in cui li avrei voluti*, ma vabbè.
*(ricordarsi che mentre si desidera qualcosa non bisogna lasciare nessun dettaglio al caso, se no è un casino)
Bene, quindi ora dovrei fare quelle cose assennate tipo:
- decidere cosa mettere per ottimizzare i tempi
- organizzare biglietti dei molteplici mezzi che dovrò cambiare nella bolgia di Pendolariland di cui divento cittadina dubbiosa
- Dormire (ma non ho sonno)
Cose così, per dire.
Ma io non so fare queste cose intelligentemente logiche.
Ansioliticamente utili.
Mortalmente sane.
La vita cambia.
Il treno è partito.
Dove va non si sa.
Però so chi c'è.
E una sono io.
Dopotutto, domani è un altro giorno.
Lo diceva anche quella squinternata di Rossella.
Che, come si evince dal titolo del film, è proprio il modello di stabilità adatto per prendere ispirazione.
Brava Gloria.


- ' Perchè non partiamo io e te e andiamo a vivere insieme in un posto nel mondo.'
- ' L'idea di vivere con te è allettante come quella di buttarsi dal 5° piano.'
    E&G


Sagaci riferimenti







Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbero piacerti (forse)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...