mercoledì 20 maggio 2015

Picacismo sentimentale: sintomi, cause, cure.

Il picacismo sentimentale altro non è che il compulsivo ingurgitare sentimenti senza nutrimento.
Sentimenti apparentemente di natura amorosa, il più delle volte.
Sentimenti nulli, vuoti, sterili.
È la necessità assoluta di accontentarsi di un amore che ci dà poco, ci toglie molto e che ci convinciamo essere meraviglioso.
Come lo so?
È molto semplice, perché questo nome l'ho appena coniato io in compagnia della mia fervida fantasia.
E perché tutte ne siamo state affette, almeno una volta nella vita.
I sintomi del picacismo sentimentale sono essenzialmente euforia momentanea, perdita del senso della realtà, allucinazioni.
Intervallate da crisi di pianto, crisi isteriche, crisi depressive.
I sintomi di tale patologia sono latenti e subdoli solo al soggetto che ne è affetto.
Gli altri, invece, vedono tutto perfettamente.
Ma purtroppo, la totale sordità alle sensate parole altrui è un altro sintomo dal quale non si scappa.
Le cause sono poche e semplici:
Una disperata necessità di colmare la nostra carestia d'affetto.
Credere in qualcosa.
Saziare lo stomaco del nostro cuore.

Per quanto questo morbo sia diffuso, tanto da assomigliare ad un' epidemia, la buona notizia è che una cura c'è.
Ed è una.
Amarsi.
Guardarsi allo specchio e capire che valiamo più di quanto accettiamo di avere.
Che una relazione con chi è assente, sfuggente o che ci rispetta poco o è banalmente stronzo, non è meglio che stare con noi stesse.
Che accontentarsi delle briciole non ci salverà.
Non ci farà sentire meno sole o meno fragili.
Le briciole non si trasformeranno in gustose pietanze solo perché vogliamo credere che possano farlo.
Meritiamo un banchetto migliore.
È dura.
Lo so.
Perché così facendo il percorso per saziare i nostri stomaci emozionali potrebbe essere più lungo.
Ma non importa.
Perché il giorno in cui mangeremo quel piatto sublime, che ci darà tutto il godimento e la soddisfazione che meritiamo, ci chiederemo come abbiamo potuto credere di star bene sfamandoci con un piatto di ghiaia.

- ' Lo prenderei a secchiate, ma senza    l'acqua dentro. '
F.

Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbero piacerti (forse)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...