martedì 7 luglio 2015

La teoria di Barbie

Da bambine ci abbiamo passato infiniti pomeriggi insieme.
Ore passate a pettinare lunghi capelli perfetti e cambiare outfit alla moda su corpi statuari.
Nonostante questa assidua frequentazione, non abbiamo imparato nulla da lei.
È ora di cominciare a prendere esempio dell'unico prototipo di donna che la società accetta.
Ossia lei : Barbie.
Prima di tutto Barbie è sempre gnocca.
Non ha mai un pelo fuori posto.
La chioma è sempre lucente.
Il trucco perfetto.
Il fisico tonico che nemmeno il marmo di Carrara.
Non tradisce la sua età nemmeno suonati i 50.
Non ha le occhiaie, non le viene l'influenza, non si lamenta dei tacchi alti e non si scompone mai.
Questo perché Barbie sa, che se non  sei fisicamente perfetta non esisti.
Barbie ha un armadio da far impallidire Paris Hilton, abiti impeccabili per tutte le occasioni.
Sia mai che possa sfigurare.
Sia mai che Ken possa trovarla una volta in pigiama, per sbaglio.
Questo perché Barbie sa che poi se Ken la tradisce con Skipper, più giovane e spensierata, la colpa è sua che non si cura più come una volta.
Barbie si veste solo in modo sobrio, mai che azzardi troppo.
Questo perché Barbie sa che se accorci la gonna, magari perché ci sono 50 gradi all'ombra e ti succede qualcosa, la colpa è tua che provochi.
Zoccola.
Barbie è una donna impegnata.
È infermiera, maestra d'asilo, avvocato, esploratore,  chirurgo, massaia , ballerina, modella, cuoca, toelettatrice, atleta olimpionica.
Questo senza aver mai sudato in vita sua, senza mai una crisi di nervi, senza lamentarsi e senza pretendere di avere lo stesso stipendio e riconoscimento di Ken. 
Questo perché Barbie sa che se non sai fare tutto tacendo poi sei una donnina scomoda e pretenziosa.
Barbie ha anche scodellato un' ingente numero di figli.
Questo senza mai perdere il suo fisico statuario e mai, dico mai, cadendo in qualche squilibrio ormonale.
Questo perché Barbie sa che se poi metti due kg o scleri, dovesse Ken tradirti con la segretaria ne avrebbe tutte le ragioni (vedi punto due).
Barbie non si lamenta.
Non piange.
Non grida.
Non pretende.
Non chiede.
Non esige.
Non parla.
Non ha il ciclo.
Non è mai nervosa.
Non cambia umore.
Non si dispiace.
Non è mai triste.
Non necessita attenzioni.
Cure.
Cibo.
Felicità.
A dir la verità nemmeno si riposa, tant' è che nemmeno si siede, visto che le ginocchia non glielo permettono e vive perpetuamente in punta di piedi.
In una parola, Barbie non rompe le palle.
Barbie fa solo una cosa, sorride.
Barbie ha il suo perpetuo e sempre verde sorriso di circostanza.
Non è mai seria e nemmeno ride mai di gusto.
Sorride solo.
Sempre.
Per finta.
Poco conta.
L' importante è che non faccia pesare che lo sia.
Che finga che le vada sempre bene.
Deve essere questo il segreto, Donne, sorriso di plastica e in testa solo capelli.
Il segreto per essere apprezzate di più e giudicate di meno.
Solo che poi una donna così si ritrova un Ken al suo fianco.
E io un uomo con la testa vuota e niente nelle mutande non lo voglio.
- ' È un ragazzo particolare, non so che consiglio darti.'
-  ' Io sì,  chiama i carabinieri! '
B & C




Nessun commento:

Posta un commento

Potrebbero piacerti (forse)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...