mercoledì 12 agosto 2015

Non lo sapevo

Non lo sapevo che a 30 anni si può essere ancora in balia degli eventi.
Che si può ancora far la scema in spiaggia di notte con gli amici.
Che si può ancora stare sotto le coperte e pensare 'ancora 5 minuti'.
Che si può ancora essere pigri e lagnarsi come una duenne dicendo 'non ho voooogliaaa'.
Che si può ancora stupirsi da rimanere a bocca aperta.
Che ci si può ancora incazzare con quel fermento immaturo che ti fa diventar rossa in viso e uscire quella vena alla Caino sulla fronte.
Che ti può piacere andare a letto alle 10 con il tuo libro come tornare con il sole quasi alto, le scarpe in mano e i piedi che ti fanno male.
Che anche se sei ufficialmente adulta, comunque non rassetti casa bene come la mamma, anche se speravi che potesse succedere,come per magia, grazie alle decine acquisite.
Che ci si può ancora emozionare come un'adolescente con il cuore che batte talmente forte che lo senti teso come la pelle di un tamburo e ti fa grancassa nelle orecchie, nella testa, nelle gambe, nello stomaco.
Che si può ancora piangere senza pudore, a singhiozzoni, nel momento meno opportuno e senza preavviso.
Che si può apprezzare molto più il proprio corpo nudo e crudo pur vedendo che non è fresco come a 20.
Non lo sapevo che si può godere di chi si è e cosa si ha, pur desiderando di migliorare e di avere ancora molto per sé.
Non lo sapevo proprio che le emozioni si risvegliano più vivide di prima e che hai il coraggio di guardarle in faccia, dritte negli occhi, adesso.
Non lo sapevo come si sta a 30 anni.
Non lo sapevo come si sta a scoprire, alla fine, chi sei.
Tra poche ore son più vecchia di adesso.
Ma posso sopportarlo e non lo sapevo.


2 commenti:

  1. Blog molto figo e diverso dal solito! Ieri mi sono letto tutti i testi! Brava! Keep writing!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lusingata, continuerò perché non posso farne a meno.

      Elimina

Potrebbero piacerti (forse)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...